METEO sino al 3 GENNAIO: acuto MALTEMPO invernale, segue cambiamento

Scenari che potrebbero realizzarsi nel periodo di previsione meteo climatica.

PREVISIONI METEO DAL 28 DICEMBRE 2017 AL 3 GENNAIO 2018, ANALISI ED EVOLUZIONE
Un’ondata di forte maltempo imperversa sull’Italia, a causa dell’ingresso di una perturbazione con il concomitante approfondimento di un super vortice di bassa pressione. Oltre alle precipitazioni abbondanti, con caratteristiche di forte intensità ed in spostamento verso il Sud, i venti rinforzeranno ulteriormente fino a burrasca su diverse parti d’Italia e sulle coste esposte non mancheranno violente mareggiate.

Il calo termico, per aria fredda artica in entrata dalla Valle del Rodano, favorirà neve a quote medio-basse fino in collina anche lungo la dorsale appenninica. Avremo quindi una parentesi di burrascoso maltempo invernale. La situazione dovrebbe poi volgere verso un lento miglioramento fin da venerdì, in attesa di un weekend dal meteo più stabile e con temperature in generale rialzo.

Nuove insidie perturbate sembrano potersi presentare per Capodanno a causa di una nuova perturbazione, in un contesto relativamente mite. Il Capodanno sarà segnato quindi qualche pioggia, al momento più probabile al Centro-Nord, ma avremo modo di tornare su quest’evoluzione. Il contesto meteorologico dei primi dell’anno vedrà susseguirsi nuove perturbazioni alternate a temporanei miglioramenti.

METEO GIOVEDI’ 28 DICEMBRE CON PRECIPITAZIONI AL CENTRO-SUD E PIU’ FREDDO
Condizioni d’instabilità marcata continueranno ad aversi al Centro-Sud e sul Nord-Est, con fenomeni più intensi sulle aree del Basso Tirreno. Le temperature caleranno in modo deciso, per l’irruzione d’aria più fredda di origine artica che comporterà un abbassamento della quota neve in Appennino anche attorno ai 400/600 metri sulla parte centro-settentrionale della dorsale. Neve oltre gli 800/1000 metri sul Sud Appennino.

La nota meteo saliente sarà legata ai venti forti in genere di ponente e maestrale che contribuiranno ad accentuare la sensazione di freddo, con raffiche fino a burrasca in Sardegna e sul Tirreno. La situazione meteo migliorerà sul Nord-Ovest e sulla Toscana, con ampie schiarite che poi si estenderanno anche verso il Nord-Est, il Lazio e la Sardegna, dove inizialmente si avranno ancora precipitazioni nevose fino ai 500/600 metri.

METEO MIGLIORA PER LA FINE DEL’ANNO
Venerdì le precipitazioni tenderanno a concentrarsi poi al Meridione, anche se un nuovo veloce impulso instabile porterà verso sera altre piogge in Sardegna e coste del medio-alto versante tirrenico. Seguirà poi un miglioramento più deciso, per via di una nuova espansione di un promontorio anticiclonico che non dovrebbe però risultare duraturo.

TENDENZA METEO SUCCESSIVA
Già per San Silvestro potrebbero addensarsi nuove nubi cupe a partire tra Liguria e coste del medio-alto versante tirrenico, per un nuovo peggioramento che dovrebbe poi condizionare il Capodanno in altre regioni d’Italia. Non si avrà però maltempo paragonabile a quello precedente e soprattutto le temperature si manterranno abbastanza miti, non si avrà particolare freddo.

LINK veloce alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione, ma se non in elenco vai su CERCA la tua località nel campo form in alto alla pagina:

Meteo ANCONA
Meteo AOSTA
Meteo BARI
Meteo BOLOGNA
Meteo CAGLIARI
Meteo CAMPOBASSO
Meteo CATANZARO
Meteo FIRENZE
Meteo GENOVA
Meteo L’AQUILA
Meteo MILANO
Meteo NAPOLI
Meteo PALERMO
Meteo PERUGIA
Meteo POTENZA
Meteo ROMA
Meteo TORINO
Meteo TRENTO
Meteo TRIESTE
Meteo VENEZIA

Aggiornamenti e monitoraggio evoluzione meteo, 24/24 ore a cura dello Staff